Vuoi leggere tutti gli articoli della settimana? Abbonati a Braille News disponibile in tre versioni:

  • Braille  
  • nero ingrandito
  • cd audio
Acquista il settimanale online!
52 numeri per soli 6€

Dona il tuo 5x1000 alla Handy Systems Onlus

Gentile lettore, da ormai 14 anni ci occupiamo di stampa braille ed a carattere ingrandito, lottiamo affinché la lettura sia un diritto per tutti, la possibilità di scelta è quanto di più democratico possa esserci in un paese civilmente evoluto. Se vuoi sostenere le nostre attività con il tuo 5 per mille, puoi indicare lo 09082341000 nella tua dichiarazione dei redditi.

Un sincero ringraziamento da tutti i componenti della Cooperativa Handy Systems Onlus.


Di seguito si riporta solo un articolo che trovi all'interno di Braille News n. 30 del 25/07/2020

(articolo de il Tempo)

Luigi Di Maio chiama Giuseppe Conte: capo politico M5s? Se si iscrive...

Dopo la campagna di Bruxelles sempre più voci all'interno del Movimento 5 stelle vedono nel premier Giuseppe Conte l'uomo che può prendersi tutta la baracca. L'ex capo politico Luigi Di Maio oggi in un'intervista a Repubblica ha invitato l'avvocato del popolo a iscriversi, e in merito al fatto che possa essere proprio lui il nuovo capo politico ha detto: "Questo deve chiederlo a Conte, da parte mia le dico che sarei molto felice se scegliesse di iscriversi al Movimento. Sarebbe una grande risorsa in più su cui contare".

Il ministro degli Esteri si gode il traguardo del Recovery Fund: "Quando vinci una partita il merito è di tutta la squadra, anche di chi sta dietro le quinte. Il risultato è del collettivo, rappresentato dal presidente del Consiglio Conte che ha mostrato determinazione, si è battuto con tutta la delegazione italiana e il corpo diplomatico".

E pensare che i grillini raccoglievano le firme per uscire dall'euro e al Parlamento europeo stavano con Nigel Farage. "Sono passati 5 anni, il M5S è cresciuto, si è evoluto, ha imparato dagli errori".

Ma il movimento che Conte e, dal suo punto di vista, lo stesso Nicola Zingaretti hanno in mente è una forza di centrosinistra senza se e senza ma. "Penso che con il Pd si lavori bene e che il compito di ogni forza politica sia ascoltare i territori. Quando il M5S sceglierà di riorganizzarsi, raccogliendo le idee di tutti, allora avrà le idee più chiare sul suo futuro. Ora ci sono molte anime che si stanno confrontando, l'unico modo per trovare una strada è fermarci e guardarci dentro, con unità. Non si può mettere il carro davanti ai buoi", non si sbottona Di Maio.

Braille News edizione n. 30 del 25.07.2020 contattaci per ricevere la tua copia